ARCHIVIO DONIZETTIANO
Dal 25 marzo 2014 l’Archivio Donizettiano viene gestito dalla Bibliteca musicale Gaetano Donizetti, sita in via Arena 9 a Bergamo. Al maestro Fabrizio Capitanio possono essere rivolte le richieste di consultazioni e riproduzioni: 035.23.37.81 donizetti@bibliotecamai.org

L’archivio del Museo Donizettiano conserva in particolare autografi musicali del compositore, oggetto di recente di una campagna di digitalizzazione a cura del Ministero per i beni e le attività culturali che li ha resi consultabili attraverso il portale Internet culturale, sezione musicale.
Numerose composizioni sono inoltre presenti in copia d'autografo, in copia fotostatica/fotografica o in edizione a stampa. La produzione operistica di Donizetti è presente anche nella veste dei libretti d'opera, in differenti edizioni.
Il materiale epistolare autografo e in copia fotografica comprende lettere di Simone Mayr sulla sua attività di maestro per le Lezioni caritatevoli di musica; lettere tra Gaetano Donizetti e impresari, interpreti, famigliari, amici, mecenati; lettere di e a famigliari del compositore successive alla sua morte (ad esempio il copialettere del nipote Adrea Donzietti) che trattano di questioni ereditarie, di messa in scena di opere liriche e di iniziative celebrative. L'arco cronologico dell'epistolario parte dal 1802 e si conclude nel 2000.
Una pregevole raccolta iconografica include dipinti, fotografie e stampe che ritraggono il compositore, il suo maestro Simone Mayr e famigliari, amici e interpreti donizettiani insieme a luoghi significativi nella vita e nella carriera di Donizetti. Di forte impatto emotivo e raro esempio di una particolare tecnica fotografica risulta il dagherrotipo che ritrae il compositore già gravemente ammalato con il nipote Andrea.
La biblioteca, ad uso interno, raccoglie testi di argomento donizettiano e operistico in genere. E’ impreziosita da alcuni volumi e opuscoli rari (un esemplare della Divina Commedia di Dante Alighieri del 1497 si trova esposta in museo).
Quidlife.it